a fianco della tua applicazione dall’ideazione alla manutenzione

Una delle maggiori preoccupazioni delle aziende impegnate in un percorso di digital transformation è che il progetto esca dai binari, si areni, o addiritttura che si trascini per mesi e mesi senza dare mai davvero i frutti sperati.

Sono stati proprio i CIO, CTO e responsabili della digital transformation con cui abbiamo lavorato ad esporci i loro timori più ricorrenti: l'applicazione soddisferà tutti i requisiti? Riuscirò a fare accettare la nuova soluzione all'interno dell'azienda? Il prodotto web sviluppato permetterà davvero di migliorare le performance o la user-experience e di portare all’azienda un ritorno?

Negli anni abbiamo ascoltato i nostri clienti e costruito la nostra risposta a tutte le loro preoccupazioni. Un flusso unico, snello, che copre tutto il processo: dalla prima stretta di mano sino alla messa in produzione. E anche oltre.

Abbiamo organizzato la nostra offerta in tre fasi:

  • discovery, per capire le necessità del cliente e progettare assieme il processo;
  • transformation, per operare in maniera agile e adeguata alle esigenze e agli obiettivi;
  • management, per lavorare proattivamente e insieme alla crescita dell'investimento.

Vediamole una per una.

 

Fai il primo passo verso l'era Cloud Native: richiedi un Assessment e poni le basi per la tua strategia.

 

Discovery: la definizione degli obiettivi

Per quanto scontato possa sembrare, il primo passo per ottenere un prodotto web in linea con le aspettative e che soddisfi le esigenze iniziali è la definizione chiara e condivisa degli obiettivi. Noi lo facciamo con un workshop di co-design e co-progettazione usando la tecnica dello User Story Mapping. È un’attività che si basa sul concetto di User Story, una formato che permette di esprimere i requisiti nella prospettiva dell’utente finale. Raccontando l’esperienza dell’utente come una storia, usando un linguaggio il più naturale possibile, il processo permette di comprendere i bisogni e condividere i passi necessari a realizzare il prodotto che dia più valore possibile per gli utenti, bilanciando al tempo stesso il rapporto tra costi e benefici.

Nella nostra esperienza, iniziando un progetto con un workshop di User Story Mapping si riescono a ridurre le controversie interne all’azienda, poiché tutti gli stakeholder vengono coinvolti fin da subito. Inoltre al termine del workshop si ottiene un elenco chiaro delle specifiche del prodotto web, insieme a una pianificazione Agile del loro sviluppo: ecco che anche attività e tempi diventano subito gestibili e ben definiti.

Transformation: lo sviluppo flessibile e rapido

In questa fase si lavora sui punti definiti durante il processo di Discovery. Grazie all'analisi fatta in precedenza sappiamo come organizzarci. Creiamo infatti il team multidisciplinare dedicato al progetto con le competenze necessarie e scegliamo l'infrastruttura cloud più adatta.

Il nostro metodo di lavoro prevede l’utilizzo di pratiche DevOps su applicazioni progettate in maniera Cloud Native. L’approccio Cloud Native consente di riprogettare le applicazioni aziendali in maniera più efficiente, usando piattaforme e linguaggi più recenti e meno costosi, che garantiscono scalabilità, resilienza e flessibilità. Il tutto tenendo in forte considerazione la legacy presente in azienda: non c'è una cesura netta con i processi già in opera, perché studiamo una strategia per garantire un passaggio efficace mettendo al primo posto la business continuity.

La modalità di lavoro DevOps permette di adattarsi al cambiamento con rilasci frequenti e con metriche capaci di misurare l'efficacia delle azioni. I bug vengono corretti più velocemente, si possono aggiungere in tempi rapidi nuove funzioni e raccogliere il feedback degli utenti in maniera quasi istantanea. La scalabilità dell'infrastruttura, che è fondamentale per garantire i risultati di business attesi, è pensata e calibrata per governare con facilità e massima automazione il lavoro.

LEGGI DI PIÙ: Cos'è DevOps?

Management: la manutenzione proattiva e sistematica

Molti clienti sono spaventati dall'idea che, dopo la messa online del prodotto, il fornitore possa abbandonarli. Un inconveniente non da poco, non solo per quanto riguarda i possibili fix da fare una volta effettivamente rilasciata l’applicazione, ma soprattutto perché così sarebbe impossibile ottimizzare gradualmente la soluzione sviluppata basandosi su dati reali. In altre parole, si perderebbe l’occasione di trarre il massimo dal prodotto web e di mettere davvero a frutto l’investimento.

Per questo consideriamo la nostra presenza dopo il rilascio del prodotto una parte fondamentale della nostra metodologia. Ci occupiamo di ottimizzare e di far evolvere quanto realizzato aiutando ogni cliente a cogliere le innovazioni di mercato e le nuove tendenze.

Conclusione

L’approccio descritto ci ha permesso di portare a termine con successo numerosi progetti per aziende leader nei loro settori. Da Caleffi, che voleva ottimizzare la sua presenza in Cina con un’infrastruttura Multi Cloud, a Zambon, che ha oggi un ecosistema di siti web Cloud Native che vengono gestiti con un unico Design System e un’infrastruttura Multi Cloud Oriente e Occidente. Da Fiscooggi, che aveva bisogno di far evolvere la fruibilità della pubblicazione curata direttamente dall'Agenzia delle Entrate, a Ilgiornale.it, storica testata giornalistica che ha ottenuto notevoli miglioramenti nel suo ambiente Multi Cloud grazie all’approccio Cloud Native.

cloud-native assessment